sabato 24 aprile 2010

6 MERAVIGLIOSI INTERMINABILI MINUTI!!!

..Avevo già pensato di mettere il blog a disposizione di chiunque voglia scrivere sulle emozioni che il Taekwondo regala ai suoi appassionati, siano essi curiosi praticanti alle prime armi che esperti agonisti con centinaia di combattimenti all'attivo. La bella e simpatica amica Alessia "Raio" Mool1 è la prima che mi ha inviato un racconto e scrive del suo primo combattimento. Lo pubblico con grande piacere, Alessia fa capire molto bene come ci si sente prima e dopo il primo incontro, una bella scarica di emozioni!! Buona lettura!
ndr per Alessia: conchiglia, si chiama conchiglia....

"6 MERAVIGLIOSI INTERMINABILI MINUTI!!!"





Ecco come definirei il mio primo combattimento, primo di una lunga serie... spero!!! All'emozione del mio primo combattimento (da non confondere con paura!) si univa la felicità e la consapevolezza che il mio collo stava bene, e quindi contenta di non somigliare più come un anno fa al gobbo di Notre Dame(chi mi conosce ricorderà bene come stavo l'anno scorso di questi tempi!), mi preparavo psicologicamente all'incontro/scontro che avrei affrontato con fierezza il
giorno seguente!


Dopo una settimana di dieta e privazioni sabato nel primo pomeriggio il mio telefono squilla... il nome del maestro Dommi appare sul display, rispondo ansiosa, in attesa di una bella notizia, ma la voce non è proprio quella del maestro, ma bensì quella della dolce Patrizia, che mi dice, con voce
alquanto imbarazzata, e cercando di addolcire la pillola il più possibile, che non c'è nessuno della mia categoria di peso -46... pari a quello dei bambini, e che l'alternativa se voglio combattere è di essere inserita nella categoria -57, 0 kg in più!!!! ODDIOOOOOOOO!!!!! Adesso si che mi viene l'ansia!!! Arrivo a sera pensando e ripensando al peso, alla categoria, all’altezza… A cena tutti sdrammatizzano e quindi mi rilasso, mi godo la cena in compagnia di Faruk, Irene, Antonino, Patrizia e del Maestro DOMMI, e sotto sua autorizzazione mi concedo un goccetto di vino rosso!
La domenica mattina mi alzo pronta ad affrontare a testa alta un giorno importante...
In macchina Firenze-Arezzo regna il mutismo, Faruk prova a scherzare un po’… ma io nulla sono troppo concentrata a che tecniche usare per sconfiggere un’ eventuale avversaria possibilmente più alta di me.
Non appena arrivo nel palazzetto di Alberoro (AR), ameno paesino desertico posto nel nulla delle campagne aretine, cerco subito di intuire chi sarebbe stata la mia presunta avversaria... ci metto poco ad individuarla grazie all'aiuto della cara Patri allora mi avvicino a lei, “Beh tutto sommato da
vicino non fa così paura è solo un po più alta... forse io sono più agile e veloce!!!”... penso fra me. Così accetto la sfida!
E vado a riscaldarmi con i miei compagni di avventura, e col maestro Antonino!
Ma quando ormai più calma e rilassata aspetto il mio incontro... arriva un maestro... che mi dice " Non c'è nessuno della tua categoria... ti va bene se combatti con la mia allieva, che pesa poco più di te e che ha la cintura verde?"
Mi prendo qualche minuto... presa dal panico (Azz questa è una verde... pratica l'arte del taekwondo da più tempo rispetto a me... mi farà nera! E non la cintura…) vado dal maestro Dommi, che tranquillizzandomi, mi dice: "vai!" e allora da vera combattente accetto!



Ormai mancano 2 incontri e poi ci sarò io sul quadrato 1...Così mi avvio fuori dove Faruk (mia dolce metà e cintura nera 1 dan di tkd!) mi fa riscaldare sotto lo scoppio del sole (sono le 13:45 circa), ascoltando più o meno pazientemente le mie lamentele!!! Eccoci ci siamo tocca a me!
Mi metto le protezioni... uffa ma quante sono... e poi questo "para-topa" (non ho ancora capito qual'è il termine tecnico) mi da una noia...
Entro nel quadrato... sono emozionata! Il mio coach, Antonino in quel momento, mi dice di stare tranquilla, che le cose le so fare, di andare dentro e metterle in pratica.

... Saluto...Caschetto... La mano... Urlo (hahaaaaaaa)... Via!
(Da questo momento in poi cercate di leggere come se si stesse leggendo l'Ulisse di James Joice dove il protagonista pensa come se avesse la testa scoverchiata... la tecnica del flusso di coscienza (tecnica utilizzata nella narrativa; consiste nella libera rappresentazione dei pensieri di una persona così come compaiono nella mente, prima di essere riorganizzati logicamente
in frasi).


E' tutto molto più veloce dell'allenamento devi pensare in fretta muoverti parare calciare ricordare la corazza... la mia corazza è sacra difendere attaccare.... GONG finito il primo round 3-4 sto perdendo... Antonino mi dice che va bene difendere ma devo anche anticipare, mi chiede se ho paura ed io: " NO, NON HO PAURA!" Mi spiega che per vincere ci devo mettere il cuore e che tutto parte dal cuore... e così dopo alcune dritte sulle tecniche mi alzo più combattiva di prima... pronta a vincere.
Ed inizio a lottare, fiera, concentrata, impavida... è così che mi sento e urlo e calcio e urlo e do pugni e vinco e perdo e vinco e mi diverto vedo le mie gambe che calciano e ottengo i risultati che volevo e calcio vinco perdo vinco, sono in vantaggio... GONG finito il secondo round 7-6. Mi siedo il coach Antonino mi mette le gambe in relax e intanto continua a darmi utili consigli e a caricarmi, mi incoraggia... Come un vero coach...bevo...sono pronta...Terzo round. Calci pugni...senza pietà... la butto in terra... poi calci, calci... finte... sono stanca... ma continuo....continuo....casco in terra, mi rialzo e calci calci... Mancano 5 secondi punteggio 12-12 Gong... io sento un gong…rallento lei calcia.... GONG quello vero!!!! AZZZZZZZZZ
NOOOOOOOOOOOOOOO Ho sentito il gong sbagliato!
Saluto.... lei mi abbraccia e mi fa i complimenti, anche il suo coach mi fa i complimenti, dice che sono molto brava... Sono molto soddisfatta e fiera di me stessa... stavo per vincere con una cintura più alta...esco dal quadrato a testa alta


Contenta nonostante il risultato 12-13 (cintura GIALLA contro cintura VERDE) non dimenticherò mai quei 6 MERAVIGLIOSI INTERMINABILI MINUTI!
Raio"

Alla Prossima!

2 commenti:

enza ha detto...

...una vera combattente Ale, altro che bau bau micho micho; così si fa!
Complimentoni ancora, non avrei mai detto che era il tuo primo incontro.
Alla prossima allora ;D

RaiodeSol ha detto...

Grazie cara, ma ricordati che siete stati voi, che eravate lì a darmi la carica!!! E poi lo sai che sono una tua fan sfegatata! Noi siamo quelle degli ultimi 5 secondi ;)
baci a presto.